© Copyright 2017
Opera Munifica Istruzione
webdev nB - elaborazioni fotografiche Benedetta Cocchini
 

ESPERIENZE

MUSICAINFASCE

Musicainfasce è un atelier in cui la voce e il corpo in movimento sono strumenti privilegiati nella produzione di melodie e ritmi appositamente creati per lo sviluppo musicale del bambino. L'esperienza si svolge in orario mattutino con piccoli gruppi di bambini omogenei per età. Il laboratorio di Musicainfasce è condotto applicando i principi della Music Learning Theory (MLT) di Edwin E. Gordon, che si basa sull'assunto che la musica possa essere imparata secondo gli stessi meccanismi dell'apprendimento verbale. Fin dalla nascita il bambino è pronto ad assorbire e assimilare il linguaggio. Allo stesso modo può apprendere il linguaggio musicale attraverso l'immersione in un ambiente ricco di stimoli. E' proprio la qualità di questo ambiente a influenzare lo sviluppo del bambino. Il laboratorio è condotto da un musicista associato AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l'Apprendimento Musicale), unica realtà italiana ad essere autorizzata a promuovere la formazione ufficiale Gordon-Musicainfasce.

Il gioco simbolico

LA MANIPOLAZIONE

L'esperienza della manipolazione consente ai bambini di essere attivi toccando, schiacciando, premendo, scoprendo e sperimentando in libertà. Attraverso queste esperienze i bambini sviluppano capacità sensoriali e percettive (caldo, freddo, morbido, duro), affinano la coordinazione occhio-mano e la capacità di distinguere le grandezze, le forme e i colori. Durante i laboratori, svolti sempre in piccoli gruppi, si utilizzano materiali diversi (farina gialla e bianca, pasta di sale, sabbia, pasta didò, plastilina, carta, creta, argilla, sementi quali fagioli, mais, lenticchie, fave, riso) e oggetti vari (caraffe, bottiglie di plastica, bicchieri, vassoi, materiali di recupero quali scatole, barattoli, pezzi di legno levigati, bastoncini, sassi, tappi). Si gioca anche con l'acqua: calda, fredda, tiepida, acqua che si colora, acqua travasata, spruzzata, mossa con le mani o con il soffio, schizzata, con la schiuma o con oggetti che affondano o galleggiano.

Il gioco simbolico

Il gioco simbolico rappresenta una delle attività più importanti del bambino, attraverso cui egli contribuisce direttamente e personalmente a strutturare il proprio sviluppo cognitivo, sociale e affettivo. Attraverso il gioco il bambino racconta di sè, le sue paure,i suoi desideri, attribuendo significati diversi ai vari oggetti presenti nella stanza: così un cubo su cui poco prima si saltava diventa una parete essenziale per costruire una casetta, un telo il mantello di un principe coraggioso che lotta contro i draghi e così via. Nel Nido della Musica sono presenti angoli in cui sono riprodotti gli ambienti domestici tramite l'utilizzo di casette, culle, bambole, passeggini, piatti, bicchieri, pentole, posate, frutta e verdura di plastica, materiali naturali, specchi, tavolini, sedie, ecc. ecc. Inoltre i piccoli possono travestirsi e truccarsi aiutati dalle educatrici.

MUSICAINFASCE

MUSICAINFASCE

Musicainfasce è un atelier in cui la voce e il corpo in movimento sono strumenti privilegiati nella produzione di melodie e ritmi appositamente creati per lo sviluppo musicale del bambino. 

LA LETTURA AD ALTA VOCE

La lettura è un'importante occasione di incontro, condivisione e legame tra adulto e bambino. La lettura ad alta voce influenza positivamente...

LA MANIPOLAZIONE

L'esperienza della manipolazione consente ai bambini di essere attivi toccando, schiacciando, premendo, scoprendo e sperimentando in libertà. 

ATELIER GRAFICO PITTORICO

In questo laboratorio si svolgono attività con il corpo e le mani utilizzando colori, superfici e materiali diversi. 

Il gioco simbolico rappresenta una delle attività più importanti del bambino, attraverso cui egli contribuisce direttamente e personalmente a strutturare il proprio sviluppo cognitivo, sociale e affettivo. 

Il gioco simbolico

IL GIOCO MOTORIO

Con questo laboratorio i bambini vivono esperienze di tipo creativo, conoscitivo e comunicativo attraverso processi di apprendimento che privilegiano il corpo e le attività motorie.